Studio G7 a BDW…sulla contiguità tra arte design

L’apertura della nuova stagione espositiva coincide quest’anno per Studio G7 con la partecipazione alla prima edizione di Bologna Design Week, la rassegna che vede il capoluogo emiliano dedicarsi al design in tutte le sue accezioni, come già succede in molte importanti città europee come Milano, Londra, Parigi, Vienna.

Billiani HIPPY )

Il dibattito storico  sulla contiguità tra arte  design, ci rimanda alle riflessione sulle arti applicate di fine Ottocento, ai ripetuti avvicinamenti durante il periodo delle neoavanguardie e alla lezione del Bauhaus, che aveva già definito e teorizzato un collegamento ideale tra le  arti visive e  le arti applicate.

Billiani_anatomia

Sotto questa spinta Studio G7 prende parte con entusiasmo all’iniziativa, i lunghi anni di lavoro in campo artistico del resto hanno consentito più volte alla galleria di rilevare momenti di dialogo e condizionamento tra le due discipline che avvengono spesso in modo indiretto e non pianificato. Il comune campo d’interesse rivolto alla definizione della contemporaneità  nel quale il mondo abitato dall’uomo con  gli oggetti d’uso (design),  e la sua esigenza di sondare gli ambiti dell’immateriale (arte), definisce una partecipazione d’insieme indivisibile  dalle esigenze dell’uomo di rappresentare la sua cultura e il suoi modi di viverla.

Bonacina HATA Emilio Nanni 849 copia

La linea d’indagine seguita da Studio G7, interessata spesso in ambito artistico a ricerche svolte all’insegna del rigore minimale, permette alla galleria di guardare con interesse l’opera di Emilio Nanni.