Plutôt la vie… Plutôt la ville

Due giovani artisti, i cui progetti sono stati selezionati dalla giuria come vincitori del premio Roberto Daolio per l’arte pubblica “Plutôt la vie… Plutôt la ville” giunto alla sua V edizione, verranno premiati giovedì 15 marzo alle ore 16.30 nell’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Bologna.

Al primo posto Made in Train di Victor Fotso Nyie per l’originalità e la freschezza nel riuscire a coniugare un momento intimo del proprio quotidiano “fare arte”, durante l’abituale tragitto in treno, e per la poeticità che questo suo gesto intimo e automatico del plasmare sia capace di rivelarsi, temporaneamente, alla strada e ad alcuni luoghi di Bologna.

Victor Fotso Nyie Made in train

Al secondo posto il progetto Camminare insieme di Miriam Del Seppia per la riflessione-azione su una pratica consueta di avvicinamento ed esperienza della città moderna come una passeggiata consapevole e meditata, che in questo caso diventa anche traccia colorata dell’incontro di molti pensieri.

Miriam del Seppia Camminare insieme

 

Nel pomeriggio verrà presentata l’edizione 2018 del Premio e si terranno da marzo a maggio una serie di workshop propedeutici alla progettazione negli spazi pubblici, condotti da Leone Contini, Stefano Boccalini, Nico Dockx, Dörte Meyer; e un programma di incontri con artisti attivi nel campo dell’arte pubblica nazionale, quali Gian Maria Tosatti, Alberto Garutti, Andrea Masu.

In collaborazione con il MAMbo-Museo di Arte Moderna di Bologna e in dialogo con la mostra “Roberto Daolio. Vita e incontri di un critico d’arte attraverso una collezione non intenzionale” avranno luogo delle visite guidate da parte di alcuni artisti presenti nella collezione, che si concluderanno il 3 maggio con una giornata di studio dedicata alla figura e all’insegnamento di Roberto Daolio.