La Cucina del Mercato: Banco 32

Un francese, un inglese e un’italiana…non una barzelletta ma l’incontro di tre culture che scelgono Bologna per incontrarsi e “fertilizzare” la città.

1974234_688892964561713_4514299555309597692_o

Lo chef bretone Lionel Joubaud, Maurice Kavanagh che a Londra negli anni Sessanta apriva il primo parrucchiere per soli uomini (…dai lunghi capelli) e Paola Donati, architetto con percorsi multipli attraverso gli interessi per l’agricoltura biologica e le reminiscenze derivate dal ristorante che durante gli studi gestiva con i genitori in uno stabilimento balneare di Castiglioncello (LI), nel 2014 decidono di aprire Banco 32 all’interno del Mercato delle Erbe.

Banco 32 BANNER

Paola Donati racconta “molti sono i riferimenti a mercati europei ma a me piace ricordare che quando ho “scovato” questo luogo, all’epoca abbandonato da 5 anni, da ex studentessa dello IUAV di Venezia mi sono venuti in mente i Bacari veneziani: un cicchetto e un ombra per una perfetta serata con gli amici dopo le ore di lezione.”

Banco 32 è nato così, con la voglia di creare un luogo dove sostare e condividere momenti. E il claim “La cucina del Mercato” rammenta che la spesa quotidiana che viene trasformata in piatti a pranzo e in tapas la sera è davvero a Km 0, fatta tra i banchi del mercato storico tra la pescheria, i fruttivendoli e i fornai.

instagram.com/bancotrentadue

mercato erbe banco 32 bologna

Immagine: thefoodiefighter.wordpress.com