Le Cinque Piazze

Dal 23 al 28 settembre 2019 verrà sperimentato un nuovo modo di vivere la zona universitaria con Le Cinque Piazze, una manifestazione dedicata alla cura dello spazio pubblico, la rigenerazione urbana, la valorizzazione del patrimonio culturale e della sua accessibilità.

Le cinque piazze coinvolte sono quelle che si trovano lungo via Zamboni: Piazza di Porta Ravegnana, Piazza
Rossini, la Terrazza del Teatro Comunale in Piazza Verdi, Piazza Scaravilli e Piazza Puntoni.

In totale sinergia con la Bologna Design Week che si svolge negli stessi giorni a Bologna e con la Notte di
Ricercatori del 27 settembre, queste piazze ospiteranno allestimenti, workshop, laboratori, eventi artistici e molto
altro ancora, gratuiti e aperti a tutti: una proposta per prendersi cura della zona-U attraverso i suoi spazi pubblici,
sviluppandone le potenzialità, immaginando usi differenti e non convenzionali, secondo un approccio attento alla
sostenibilità ambientale e coinvolgendo studenti, cittadini, artisti.

Per l’occasione, con l’installazione Erba voglio, progettata dagli studenti dell’Università di Bologna, Piazza Rossini verrà parzialmente pedonalizzata e trasformata in un prato verde da vivere in modo innovativo, dove sarà
possibile realizzare iniziative, eventi, laboratori e attività di entità differente promosse dalle numerose realtà che
animano la zona.

A seguito delle azioni e sperimentazioni sviluppate nei mesi passati nell’ambito del progetto ROCK, in particolare
su Piazza Scaravilli con Malerbe, Utopia Concreta e SLAB, le cinque piazze vengono quindi ora considerate in
un’ottica di sistema e a partire da una strategia condivisa, che possa migliorare l’accessibilità e permettere di
riscoprire il patrimonio di tesori nascosti presenti nell’area.

Le Cinque Piazze è un’iniziativa realizzata nell’ambito di U-Lab, il Laboratorio di pratiche partecipative del
Progetto ROCK (Regeneration and Optimization of Cultural heritage in Knowledge and creative cities) finanziato
dal programma per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea, con il coinvolgimento di Comune
di Bologna, Università di Bologna, Fondazione Rusconi e Teatro Comunale, coordinato dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana.

  • PIAZZA RAVEGNANA: Piante estreme per ambienti estremi
    Allestimento temporaneo a cura di Orto Botanico ed Erbario – Sistema Museale di Ateneo. Scarsità o sovrabbondanza di acqua, temperature elevate, sali o metalli tossici presenti nel terreno: in questi come in tanti altri casi le piante sono riuscite ad adattarsi e a prosperare.
  • PIAZZA ROSSINI: Green please, il prato che non ti aspetti
    Allestimento temporaneo a cura di Fondazione per l’Innovazione Urbana in collaborazione con Dipartimento di Architettura – Università di Bologna, Fondazione Rusconi e Viabizzuno. Il progetto prevede di ripristinare la traccia dell’antico sagrato della Chiesa di San Giacomo Maggiore trasformando in un prato parte dell’area destinata al parcheggio, proponendo così un’inaspettata percezione dello spazio della
    piazza. I cittadini potranno sedersi e sostare liberamente sul tappeto verde in un luogo della città solitamente di passaggio, per riscoprire e apprezzare i dettagli delle architetture che si affacciano sulla piazza.
  • PIAZZA PUNTONI: I sensi delle piante
    Allestimento temporaneo a cura di Orto Botanico ed Erbario – Sistema Museale di Ateneo. Come le piante vedono, annusano, comunicano.
  • PIAZZA SCARAVILLI: Screensaver
    Allestimento temporaneo a cura di Fondazione per l’Innovazione Urbana in collaborazione con Dipartimento di Architettura – Università di Bologna, Comune di Bologna, Fondazione Unipolis, Fondazione Rusconi e Centro Antartide.
    In attesa dell’avvio del cantiere per la costruzione dell’assetto definitivo del giardino, Piazza Scaravilli ospita l’allestimento temporaneo con sedute e alberi studiato e realizzato tra i mesi di giugno e luglio.
  • PIAZZA VERDI – TERRAZZA DEL TEATRO COMUNALE, LARGO RESPIGHI 1: U-Garden, la terrazza verde del Teatro Comunale
    Allestimento a cura di Fondazione per l’Innovazione Urbana in collaborazione con Dipartimento di Architettura – Università di Bologna e Comune di Bologna, Fondazione Rusconi e Centro Antartide.
    La terrazza del Teatro Comunale accoglie un piccolo e piacevole angolo verde nel centro della Zona U: un giardino tascabile che favorisce la biodiversità dell’area in termini d’uso, di diversità ecologica e attraverso
    l’iniezione di verde funzionale in un luogo di cultura.
    Il giardino è l’esito di un progetto sviluppato a marzo durante un workshop con gli studenti dell’Università di Bologna, realizzato e inaugurato lo scorso 16 luglio 2019.

Per informazioni:
fondazioneinnovazioneurbana.it