Almanacco di un viandante @ Palazzo Pepoli Campogrande

La manifestazione vede in data 20 settembre alle ore 18.30, con replica alle ore 19.30, la prestigiosa partecipazione del Conservatorio di Musica “Giovan Battista Martini” di Bologna, che proporrà “La musica nello spazio”, un intervento musicale multimedia itinerante attraverso le varie sezioni della mostra, da un’idea di Alberto Caprioli, che dirigerà l’ “Ensemble Nuove Musiche” del Conservatorio di musica G.B. Martini di Bologna. Farà parte del percorso itinerante attraverso la mostra “Scatto Libero. Dino Gavina dieci”.

ALMANACCO DI UN VIANDANTE

FRANZ SCHUBERT, JOHN CAGE, LUIGI NONO INTERVENTO MUSICALE MULTIMEDIA DA UN’IDEA DI ALBERTO CAPRIOLI

“ENSEMBLE NUOVE MUSICHE” DEL CONSERVATORIO DI MUSICA “G.B. MARTINI”DI BOLOGNA ALBERTO CAPRIOLI, DIRETTORE

PROGRAMMA

EPIGRAFE 1.: VIDEO (30″) lettura di GIACOMO LEOPARDI, FRAMMENTO DA: DIALOGO DI UN VENDITORE DI ALMANACCHI E DI UN PASSAGGERE, DALLE OPERETTE MORALI) “Quella vita ch’è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non la vita passata, ma la futura”.

EPIGRAFE 2.: VIDEO (30″) DI JOHN CAGE PROIETTATO SU PPT. (SÉGUITA SILENZIATO DURANTE L’ESECUZIONE MUSICALE): JOHN CAGE, FRAMMENTO DAL DOCUMENTARIO DI MIROSLAV SEBESTIK:”I think that what is most invigorating, for me, is the music that has not yet been written. I want something i don’t yet know; and I do my best to make each moment like that, something that I’m not familiar with”.

PERCORSO MUSICALE ATTRAVERSO QUATTRO STANZE (7′) FRANZ SCHUBERT, DER WANDERER – VARIAZIONI SU MUSIC WALK DI JOHN CAGE – IN QUATTRO VERSIONI STRUMENTALI DIFFERENTI, ESEGUITE CONTEMPORANEAMENTE NELLO SPAZIO DELLE QUATTRO SALE ADIACENTI AL SALONE DELL’ESPOSIZIONE DEDICATA ALL’OPERA DI DINO GAVINA

MUSICA NEL SALONE DELL’ESPOSIZIONE (7′) “JOHN CAGE VARIATIONS”: ALBERTO CAPRIOLI – PIÈCE LIBRE POUR GILLES DELEUZE, VERSIONE PER ENSEMBLE STRUMENTALE DA CAMERA (7′)

CON LA PROIEZIONE CONTINUA DI MUSICA E ARCHITETTURA – LUIGI NONO E CARLO SCARPA Diagrammi e grafici di analisi musicale e architettonica della composizione di Luigi Nono A CARLO SCARPA, AI SUOI INFINITI POSSIBILI, PER ORCHESTRA A MICROINTERVALLI (1984), a cura di Alberto Caprioli.

Alberto Caprioli, compositore e direttore d’orchestra, ha studiato nei Conservatori di Parma e Bologna e nelle Accademie di Vienna e Salisburgo e si è laureato all’Università di Bologna con Ezio Raimondi. Premiato dall’Accademia Nazionale dei Lincei a Roma nel 2012, la sua musica è stata eseguita in vari festival, tra cui Wien Modern, Zeitfluss Salisburgo, Autunno di Varsavia, Milano Musica, Europäisches Musikfest Stoccarda, Rossini Opera Festival, Teatro Comunale e Bologna Festival. È docente di Orchestra al Conservatorio di Musica “G. B. Martini”.

L’Ensemble Nuove Musiche, formato dai migliori strumentisti del Conservatorio di Bologna, si dedica all’esecuzione di repertori classici, moderni e contemporanei, collaborando con varie istituzioni, tra cui il Teatro Comunale, il Teatro Manzoni, l’Accademia di Belle Arti, il Comune e la Provincia di Bologna.