OpenTour 2017: ABABO art week

Dopo il successo delle precedenti edizioni, l’Accademia di Belle Arti di Bologna torna a invitare la città a una vera e propria festa dell’arte lunga una settimana, con più di 60 appuntamenti dal 19 al 24 giugno, nella sede di via Belle Arti 54 e nelle gallerie diffuse della città. E si prepara così a Bologna Design Week.

Opere degli studenti in mostra nella “Notte delle gallerie”. Galleria Astuni.

Un’apertura lunedì 19 giugno sotto il segno della “Folìa” in arte, letteratura e musica al Teatro Comunale.

Uno spettacolo di danza in collaborazione con Fabrizio Favale – Le Supplici. Il teatro di Chiara Guidi della Societas Raffaello Sanzio che, con gli studenti dell’Accademia, indaga i drammi della storia contemporanea.

Film, video, mostre “off” che dialogano con gli spazi e le opere di MAMbo, Museo Morandi, Istituto Parri, Università. Visite guidate e percorsi multimediali in Pinacoteca. Una “Notte delle gallerie”, giovedì 22 giugno in collaborazione con Confcommercio Ascom, che vedrà i lavori degli studenti uscire dalle aule e proporsi al pubblico negli spazi espositivi bolognesi.

Una serata di Art Fest aperta a tutti in Accademia, venerdì 23 giugno, con altre mostre, eventi teatrali, performance:

dalla pittura alla scultura, dalla fotografia al design, dalla moda al fumetto, dalla grafica alle produzioni cine-video. E un gran finale, sabato 24 giugno, sempre in Accademia sotto il segno di Shakespeare.

Quest’anno, in occasione di Opentour, debutta un’altra importante novità. L’Accademia apre virtualmente le porte a visitatori di tutto il mondo, in collaborazione con Google Arts & Culture, mettendo online oltre 170 opere e quadri della sua storica collezione, che d’ora in poi sarà accessibile a tutti con pochi click.