Cosa puoi imparare dal porno per il tuo business

Parliamo di porno. Come si passa dalla categoria Voyeur alla categoria Master? Ovvero: come si trasforma il proprio business da un’attività che guarda cosa fanno gli altri a un’impresa che sa dominare il mercato? A questa domanda risponde il libro che verrà presentato durante il Design Talk di sabato 1° ottobre alle 18.

Scritto da Emanuela Ciuffoli, Erika D’Amico e Marco Pulzelli dell’agenzia di consulenza Gazduna, a breve in libreria grazie a Luca Sossella Editore, il volume utilizza il case study di Pornhub per estrapolare consigli e suggerimenti da dare alle aziende e ai professionisti che riprogettare la propria presenza online.

Negli ultimi anni l’industria del porno si è contraddistinta per una accelerazione decisa nell’utilizzo di strumenti di design della user-experience, data analysis e content marketing. A fronte di una proliferazione smisurata di contenuti DIY, Pornhub e alcuni altri grandi player del settore si configurano sempre più frequentemente come aziende iper tecnologiche, capaci di lavorare in modo innovativo sulla profilazione dell’utente e la trasformazione del modello di business.

Le conigliette? Sorpassate. I più sexy ora sono i data scientist e i content strategist. Sono loro a tuffarsi nell’immensa piscina di dati che Pornhub ottiene dalle sue decine di milioni di viste al giorno per trasformali in contenuti dalla estrema spreadability.

Mentre la parola MILF viene sdoganata e giocata tra i social network come innesco di nuove mitologie, le keywords dell’industria dell’hard sono tutte digitali: profilazione, interaction design, user-experience, content management.

L’analisi del caso Pornhub ci servirà a capire cosa possiamo imparare dal colosso dell’hard per la comunicazione del nostro business.

Luca Sossella Editore presenta in anteprima il libro “Pornhub. Cosa puoi imparare dal porno per il tuo business.” Ne parleranno gli autori Emanuela Ciuffoli e Marco Pulzelli di Gazduna. Interviene Alessio Conti, Communication & Social Media Designer.

Sabato 1° ottobre ore 18

Ex Ospedale dei Bastardini,
via D’azeglio, 41